La Manipolazione individuale

QUANTE VOLTE ABBIAMO ASSISTITO SUI MEDIA A SCENE, CHE A PRESCINDERE DALLA NAZIONE O DALLA GRAVITÀ, VEDEVANO UN UOMO ARMATO DI PISTOLA O DI UN ALTRA ARMA DA FUOCO, CHE IMPROVVISAMENTE COMINCIAVA A FARE FUOCO, SENZA ALCUN APPARENTE MOTIVO SU VITTIME INNOCENTI…. PAZZIA O C’E’ QUALCOS’ALTRO DIETRO? BENVENUTI NEL VASO DI PANDORA. (By Morpheus )

Negli anni 50 accanto allo sviluppo delle tecniche di manipolazione di massa cominciano a svilupparsi quelle DI MANIPOLAZIONE INDIVIDUALE. Queste tecniche, progetti, prenderanno nomi diversi, MKdelta, Bluebird ecc.. ma il più conosciuto è l’MKultra.

Il primo studioso a occuparsi di ciò fu E. Cameron, psichiatra scozzese, che fece parte della Commissione di valutazione canadese/americana nel processo di Norimberga alla fine della seconda guerra mondiale e successivamente fu grande amico di colui che divenne capo della CIA, ALLEN DULLES, cognome che ridondera’ spesso tra le famiglie più potenti del pianeta.

Cameron in realtà portò avanti progetti relativi al controllo mentale che già studiosi nazisti avevano sviluppato durante il potere di Hitler (esperimenti tra parentesi fatti su migliaia di donne uomini e bambini), e molti di essi furono “reintegrati” in gruppi di ricerca americani e inglesi al termine della seconda guerra mondiale.

Tra di essi possiamo ricordare R. Gehlen membro delle SS, che divenne un collaboratore proprio della famiglia DULLES e quindi della CIA, anche se tale collaborazione non fu mai formalizzata da un atto scritto ma solo da uno verbale. Ciò che è certo, comunque, è che il finanziamento di Allen DULLES a Cameron per i suoi progetti è risultato venire a galla nel 1977, quando alcuni documenti sono stati desecretati e resi pubblici in base alla legge sulla libertà d’informazione negli USA.

Il finanziamento avvenne attraverso una società chiamata Società di Ecologia Umana. Da questi documenti, che in parte furono distrutti, risultò che ben 44 università, (nonche’ 185 scienziati), e 150 istituzioni sono stati luoghi o contesti ove la CIA faceva esperimenti usando, su soggetti che vivevano ai margini della società, tossicodipendenti, prostitute, malati mentali, persone di colore e addirittura esponenti delle forze armate, LSD e tecniche di manipolazione mentale. In pratica con queste tecniche si sostituiva la normale personalità del soggetto con una più “perfezionata”; ciò sta a significare, che già a partire dal 1969 era possibile agire su determinate aree del cervello di un individuo attraverso stimolazioni elettromagnetiche, determinando cambiamenti nelle emozioni, ricordi, rabbia, comportamento sessuale ecc… (casuale il 5G di oggi??).

Per dare un ulteriore conferma a quanto scritto vi basti ricordare la confessione scritta nel 1973 da Richard Helms, l’allora capo della CIA, che appunto dichiarò di aver distrutto la maggior parte dei documenti del progetto MKultra. Tali studi e “applicazioni” del progetto MKultra continuano ancora oggi? Per lo scrivente e da quanto si osserva penso proprio di sì, però forse da oggi siamo un pò più informati, di conseguenza quando vedremo qualcuno sparare su una folla e poi suicidarsi o essere ammazzato dalle forze dell’ordine ci chiederemo se è effettivamente un folle o qualcos’altro.

Condividi l'Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *