Connect with us

Benessere e Salute

6 esperti: le Vaccinazioni Covid creano le Varianti del Virus

Published

on

vaccini creano le varianti

Libri consigliati

      


Montagnier non è l’unico che afferma che le vaccinazioni contro il Covid creano varianti del virus

Il prof. Luc Montagnier

luc montagnier

Luc Montagnier è un virologo francese classe 1932. Professore emerito dell’Istituto Pasteur di Parigi, ha identificato e isolato il virus dell’HIV, responsabile dell’AIDS; per queste ricerche nel 2008 è stato insignito, insieme a F. Barré-Sinoussi, del premio Nobel per la Medicina.

Il premio Nobel ha rilasciato una nuova intervista in cui ha dichiarato che il programma di vaccinazione contro il coronavirus “è un errore inaccettabile“. Montagnier afferma, come virologo ed esperto di questi temi, che è proprio la vaccinazione che starebbe provocando le varianti.

Gli anticorpi creati dal vaccino costringono il virus a trovare nuove soluzioni, quindi le varianti sarebbero il risultato della vaccinazione stessa.

Secondo Montagnier gli epidemiologi tacciono su un fenomeno che conoscono bene, noto come “Antibody-Dependent Enhancement“, cioè potenziamento dipendente dagli anticorpi. Che significa? Che questi anticorpi favoriscono una certa infezione.

Per Montagnier, la tendenza sta avvenendo in ogni paese dove la curva della vaccinazione è seguita dalla curva dei decessi.
Il Nobel ha poi continuato dicendo che lui sta facendo i suoi esperimenti con i pazienti che sono stati infettati dal coronavirus dopo aver ottenuto il vaccino: in questo modo dimostrerà che stanno creando varianti resistenti al vaccino.

Roberto Burioni, MD

Incredibile ma vero, proprio una affermazione di Roberto Burioni, il virologo pro-vax par excellance su Twitter, datata 26 maggio 2021, rivela la stessa cosa di Montagnier: dove si vaccina di più, emergono varianti pericolose. L’immagine screenshot della dichiarazione l’ho controllata io stesso, la mattina del 23 luglio 2021, ed era ancora online in questi momenti.

Il Tweet incorporato direttamente da Twitter (finché Burioni non lo cancella)

La dottoressa Loretta Bolgan

In un’intervista aveva detto: “Questi vaccini potrebbe fungere da catalizzatore nella formazione di varianti, sui quali non solo sono inefficaci, ma possono anche avere un profilo di patogenicità diverso. Quindi, potremmo anche avere dei virus più pericolosi dal punto di vista della neurotossicità o dell’immunotossicità. Questi vaccini, quindi, creano nuovi virus”.

Loretta Bolgan, laureata in chimica e tecnologia farmaceutiche, con un dottorato di ricerca in scienze farmaceutiche e una collaborazione come consulente scientifico con Rinascimento Italia sulle problematiche del Covid-19, è tornata sull’argomento vaccini e, in una lunga intervista rilasciata a mittdolcino.com, ha sollevato più di un dubbio: “Noi, adesso, abbiamo in commercio questi tre: due vaccini a mRNA (che sono quelli della Pfizer e della Moderna) e poi quello dell’AstraZeneca. […] Il rischio teorico che questi vaccini vadano a modificare la nostra genetica c’è, sotto forma di reazione avversa, anche se è molto basso. L’EMA ha fatto questa valutazione: ci prendiamo il rischio di avere qualcosa che non sia proprio ottimale perché c’è un’emergenza: bisogna assolutamente cercare di fermare il Covid. Quindi, si è assunta dei rischi”.

Spiega ancora Bolgan: “Se la persona è vaccinata, ha degli anticorpi che sono selettivi per quei virus che hanno la stessa sequenza della proteina del vaccino. Quindi, i virus che non vengono colpiti dagli anticorpi vaccinali, avranno modo di essere favoriti nella loro replicazione. Più sono diversi dalla sequenza del vaccino, più avranno possibilità di replicarsi in modo favorevole e quindi di resistere al vaccino. Da qui la vaccino-resistenza che non è altro che la formazione di una variante. Quindi, in questo momento, le varianti sono necessariamente selezionate dal vaccino”.

Il microbiologo Andrea Crisanti

crisanti

Altro esperto Andrea Crisanti: anch’egli ha affermato pubblicamente che le vaccinazioni anti Covid creano varianti del virus.
Cito ad un articolo a riguardo:
A fare un quadro chiaro della realtà, era stato appena due mesi fa il microbilogo Andrea Crisanti, in una dichiarazione a Uno Mattina del 19 aprile 2021, poi riportata da diverse agenzie (qui).
‘La probabilità che una variante emerga è direttamente proporzionale al livello di trasmissione – aveva spiegato Crisanti citando le 92 varianti Covid presenti in quel momento in Brasile -. Se a questo dato sovrapponiamo la vaccinazione si crea la situazione in cui si selezionano le varianti resistenti al vaccino. Non si vaccina con alti livelli di trasmissione, questo è l’Abc della genetica. Più c’è moltiplicazione virale più crescono le probabilità che aumentino varianti e che possa emergere una variante resistente al vaccino. Non si vaccina in presenza di varianti, perché sarebbe come trattare una persona affetta da un’infezione batterica con un basso livello di antibiotici o addirittura con antibiotici sbagliati. Così si selezionano le varianti resistenti, è inevitabile’.
Una lezione chiara pronunciata da uno scienziato decisamente favorevole alla vaccinazione.

L’esperto di vaccini Vanden Bossche

“Sta diventando sempre più difficile immaginare come le conseguenze dell’ampio ed errato intervento umano in questa pandemia non stiano per spazzare via gran parte della nostra popolazione umana. Si potrebbe pensare solo a pochissime altre strategie per raggiungere lo stesso livello di efficienza nel trasformare un virus relativamente innocuo in un’arma biologica di distruzione di massa”.

A sostenerlo è Geert Vanden Bossche, ex responsabile del programma senior della Bill and Melinda Gates Foundation in Vaccine Discovery, ex capo dell’Ufficio per lo sviluppo dei vaccini per l’equivalente tedesco del CDC e professore universitario, il quale ha pubblicato una lettera aperta alla comunità scientifica e al mondo avvertendo che il presente programma di vaccinazione di massa potrebbe “spazzare via gran parte della nostra popolazione umana”.

Bill-and-Melinda-Gates-Foundation

Geert Vanden Bossche scrive nella sua Lettera aperta che i soggetti vaccinati e le persone sieropositive con Covid-19 perderanno “sia la loro difesa immunitaria acquisita che quella innata contro il Covid-19”. La nuova tecnologia nei vaccini che non è mai stata provata prima sulle persone, la tecnologia mRNA, ha portato finora, secondo una piattaforma di segnalazione gestita dal CDC, a oltre 1.000 morti sospette legate alle vaccinazioni e quasi 20.000 “eventi avversi”.

Spiega Vanden Bossche nella sua lettera ripresa da databaseitalia.it:

“Stimola solo gli anticorpi antigene-specifici indotti artificialmente e non le cellule natural killer (NK) necessarie per neutralizzare efficacemente il coronavirus; consente agli anticorpi antigene-specifici, che potrebbero non funzionare su nuove varianti, di rimanere permanentemente e competere con, minare e persino distruggere le cellule NK guerriere capaci e leali; aiuta a creare nuove varianti e “insegna” al virus la “fuga immunitaria virale”; e è una situazione di “sconfitta” pericolosa a tutti i livelli, sottolineando che affrontare il coronavirus e la pandemia deve essere basato sulla scienza.

L’infettivologo Pietro Luigi Garavelli

Pietro Luigi Garavelli è il primario della Divisione di Malattie Infettive dell’Ospedale Maggiore della Carità di Novara.

Intervistato da Affaritaliani.it, l’esperto sostiene che vaccinare durante la pandemia è pericoloso. Ecco perché: «È dimostrato che ormai Sars Cov 2 è presente nella popolazione tutto l’anno. I portatori sani sono milioni di italiani. Per cui assistiamo a brevi ondate epidemiche a scadenza di mesi le une dalle altre, come è normale che avvenga».

E ancora: «In questa situazione, a non essere normale è una cosa che si impara al primo anno di specializzazione. Ovvero, non si vaccina mai durante una epidemia. Perché il virus reagirà mutando, producendo varianti e sarà sempre più veloce di noi. Con un virus RNA o si trova un denominatore comune su cui montare il vaccino o, facendo vaccini contro le spike che mutano, non hai speranza di arrivare prima di lui. Lo ricorreremo sempre, ripeto, tende a mutare velocemente».

Conclusioni

Anche se questi esperti hanno opinioni diverse su tanti aspetti che riguardano il Covid-19 e le vaccinazioni contro questa malattia, concordano in molti su un punto molto importante: sono proprio le vaccinazioni a provocare una reazione del virus del Covid-19, che porta alla nascita di varianti, da alcuni definite più aggressive e pericolose. Come afferma Montagnier, non si vaccina mai durante una pandemia.

La mia domanda di cittadino che si è vaccinato è questa: perché il sistema governo-media non vuole ammettere ufficialmente che stanno creando varianti proprio con le loro vaccinazioni? Cosa si cela dietro le vaccinazioni stesse?

Fonti:

https://www.lapressa.it/articoli/politica/il-vaccino-seleziona-le-varianti-la-lezione-dimenticata-di-crisanti

https://www.treccani.it/enciclopedia/luc-montagnier/

https://www.dire.it/19-04-2021/623315-crisanti-in-brasile-92-varianti-covid-sbagliato-vaccinare-aumenta-la-resistenza-del-virus/

https://tg24.sky.it/salute-e-benessere/2021/07/07/covid-vaccino-varianti-crisanti

https://www.ilparagone.it/attualita/bolgan-vaccini-producono-varianti/

“Non si vaccina mai durante una pandemia”, così l’infettivologo Garavelli

“Fermate la vaccinazione o sarà catastrofe”. L’appello dell’ex senior della Bill Gates Foundation

 



Salve, sono Roberto Di Molfetta, Fondatore e Amministratore di NuovOrdineMondiale.it.

Il mio Portale tratta Temi legati al Potere Occulto globale, che sempre più controlla e determina le nostre esistenze.

Mi accompagna in questa avventura di svelamento delle verità segrete, l'intervento del mio ottimo amico Morpheus e la penna impegnata di Giuseppe Balena, uno scrittore, sito www.giuseppebalena.it.

Vuoi Scoprire tutti i Libri che ho pubblicato?
Ecco il link alla mia pagina autore su Amazon
CLICCA QUI

Condividi l'Articolo

Libri consigliati

      


Roberto Di Molfetta, 1974, nativo di Salerno, da madre romana e padre di Ceccano (Frosinone), ha avuto parecchie città di residenza, ma deve la sua formazione soprattutto al periodo ventennale trascorso nel centro della Capitale, dove risiede adesso. Laureato in Comunicazione alla Sapienza di Roma, si occupa ormai da anni di Web Marketing. Contatti: [email protected] Sito Web: www.robertodimolfetta.it

Advertisement Nuovo Ordine Mondiale - Libri

Il fondatore del Progetto



Salve, sono Roberto Di Molfetta, Fondatore e Amministratore di NuovOrdineMondiale.it.

Il mio Portale tratta Temi legati al Potere Occulto globale, che sempre più controlla e determina le nostre esistenze.

Mi accompagna in questa avventura di svelamento delle verità segrete, l'intervento del mio ottimo amico Morpheus e la penna impegnata di Giuseppe Balena, uno scrittore, sito www.giuseppebalena.it.

Categorie

ACQUISTA ORA

ACQUISTA ORA

ACQUISTA ORA

ACQUISTA ORA

Rimani aggiornato

Link Amici

Pagina Facebook